Agenti immobiliari, la guerra agli abusivi parte da Verona Stampa E-mail

righiultima

Roma , 15 Marzo 2018. - Oltre 750 milioni nascosti al fisco dagli intermediari non autorizzati La guerra agli agenti immobiliari abusivi parte da Verona. La città di Giulietta, che l’estate scorsa è stata la sede dell’assemblea elettiva che ha portato Gian Battista Baccarini alla guida della Fiaip, è la prima in Italia a mobilitarsi alla grande per scongiurare questa piaga che ruba lavoro e credibilità alla categoria. Il tutto grazie ad un protocollo siglato tra Camera di Commercio,

associazioni di categoria Fiaip e dei consumatori per coordinare l'attività di contrasto all'esercizio abusivo della professione di agente immobiliare. Verifiche incrociate, segnalazioni, controlli, irrogazione delle sanzioni: tutti i soggetti della filiera della compravendita di immobili saranno coinvolti, Polizia municipale inclusa. Il tutto presentato in un convegno dal tema: «Contrasto all'abusivismo e allo svolgimento irregolare dell'attività di intermediazione immobiliare con la partecipazione di Gian Battista Baccarini. Una guerra che ha una origine precisa: «Partiamo dal dato che interessa Verona e provincia: circa la metà dei compensi dichiarati in sede di rogito ai notai come quota di intermediazione non finisce nelle tasche dei 1072 agenti immobiliari professionisti, ma a soggetti terzi. La circostanza è più frequente in città rispetto alla provincia», certifica Leonardo Meoni, presidente veronese di Fiaip. Eppure la compravendita di immobili è un processo delicato che necessita di essere seguito con professionalità. «La Camera di Commercio spiega Pietro Scola, dirigente area anagrafe e registri dell'ente ha funzioni di vigilanza a tutela del mercato, verifica il possesso dei requisiti per l'esercizio della professione di agente immobiliare, ne accerta l'eventuale abusivismo e lo sanziona». Ragion per cui dal mese scorso sono entrate in vigore sanzioni più severe: già dalla seconda segnalazione l'abusivo è perseguibile penalmente. Con l'operatività del protocollo la Polizia municipale avrà un accesso riservato all'elenco dei mediatori della Camera di Commercio per verificare in tempo reale la «regolarità» dell'agente e la sua iscrizione al registro. Le sanzioni vanno dai 3 ai 5mila euro, ma dalla seconda sanzione l’abusivismo diventa reato penale e si rischiano dai 3 ai 6 anni di reclusione, fino a 50mila euro di multa, oltra alla confisca di quanto necessario per l’esercizio dell’attività. «L'ufficio studi nazionale Fiaip prosegue Meoni ha calcolato in 750 milioni la base imponibile nascosta al fisco dall'abusivismo ogni anno». Oltre al danno erariale, ci sono conseguenze suoi clienti. «Se dal 2001 gli agenti immobiliari devono essere muniti di una assicurazione a copertura dei danni professionali, chi si affida ad abusivi resta senza paracadute», conclude. Per Adiconsum, Adoc, Lega consumatori e Movimento consumatori il convegno rappresenta quindi: "un'occasione di approfondimento sia per gli addetti ai lavori sia per i cittadini che possono in questo modo trovare informazioni utili sulle regole che devono essere rispettate nelle operazioni di intermediazione immobiliare. Il protocollo assume particolare importanza perché riconosce le associazioni dei consumatori quali soggetti di tutela dei diritti individuali e collettivi, utili nel fornire consulenza e aiuto sia preventivamente, sia nella fase patologica del rapporto contrattuale".

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 
FIAIP

Proprietà: Fiaip regionale della Campania

Direttore Editoriale Mario Condò de Satriano.
Periodico registrato presso il Tribunale di Napoli con decreto del 5/3/2012 N° Aut. 14 .

Sede Legale: Via Cimarosa, 84 - 80127 - Napoli - Tel 081/5562829 - P. Iva 95095160651

Le Foto presenti su Immobilnews.it sono state in parte prese da Internet, quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario, potranno segnalarcelo all'indirizzo mail: redazione@immobilnews.it

Privacy & Policy

© 2011-2016 - FIAIP Regione Campania

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo, vedere la seguente Informativa sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information