Banche. L’Abi chiede all’Unione Europea la riduzione dei coefficienti prudenziali Stampa E-mail

righiultima

Roma , 25 maggio 2017. - L'Abi chiede all'Unione Europea una riduzione dei coefficienti prudenziali tra somme erogate attraverso mutui ipotecari e valore dell'immobile a garanzia". È quanto ha affermato il direttore generale dell'Abi, Giovanni Sabatini, nel corso di un'audizione alla commissione Finanze del Senato. "In tema di esposizioni garantite da immobili - ha spiegato - occorre ricordare che il mutuo ipotecario rappresenta la forma di finanziamento principale per sostenere il mercato immobiliare. I dati dell'Agenzia delle Entrate pubblicati lo scorso 15 maggio, mostrano che il 50% delle compravendite delle abitazioni sono finanziati con mutui ipotecari. Il sostegno al comparto passa anche per un trattamento prudenziale che risponda al limitato livello di rischiosità del mercato dei crediti ipotecari residenziali soprattutto per livelli di rapporto prestito/valore dell'immobile ipotecato (loan to value ratio o Ltv) più bassi. L'Abi propone una riduzione dei coefficienti prudenziali per bassi livelli di Ltv".
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 
FIAIP

Proprietà: Fiaip regionale della Campania

Direttore Editoriale Mario Condò de Satriano.
Periodico registrato presso il Tribunale di Napoli con decreto del 5/3/2012 N° Aut. 14 .

Sede Legale: Via Cimarosa, 84 - 80127 - Napoli - Tel 081/5562829 - P. Iva 95095160651

Le Foto presenti su Immobilnews.it sono state in parte prese da Internet, quindi valutate di dominio pubblico.
Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario, potranno segnalarcelo all'indirizzo mail: redazione@immobilnews.it

Privacy & Policy

© 2011-2016 - FIAIP Regione Campania

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo, vedere la seguente Informativa sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information