E’ un fiume in piena Gian Battista Baccarini, Presidente nazionale Fiaip, e non poteva essere diversamente. In aula, alla Camera dei Deputati, l’emendamento fortemente voluto e proposto dalla Fiaip è stato approvato con il 98% dei voti, a dimostrazione della validità delle ragioni illustrate dalla Federazione italiana agenti immobiliari professionali.

L’emendamento era volto ad eliminare l’incompatibilità tra l’attività di mediazione immobiliare e quella di mediazione creditizia nel rispetto dei rispettivi percorsi professionali e dei requisiti necessari per l’accesso alla professione, in piena coerenza con la moderna visione Europea e della Federazione dell’agenzia immobiliare multidisciplinare.

Come se non bastasse, a testimonianza del valore di tale iniziativa targata Fiaip, va ricordato che in poco meno di 6 mesi la Federazione è riuscita nell’intento di cambiare nuovamente una legge precedentemente modificata con la L. 238/21 che, appunto, introduceva l’incompatibilità adesso bocciata.

Tale provvedimento che presto diventerà legge rende di fatto nuovamente compatibile l’attività di agente immobiliare con quella di collaboratore delle società di mediazione creditizia rimanendo, entrambe le attività, assoggettate alle relative discipline di settore e ai relativi controlli.

“E’ una giornata storica per la nostra Federazione”. E’ il commento a caldo del nostro presidente nazionale Baccarini che ha aggiunto: “Abbiamo lavorato trasversalmente con tutte le forze politiche per rendere ancora più dinamica e trasparente la collaborazione sinergica tra il settore dell’intermediazione immobiliare e quella del credito a beneficio del mercato e della collettività. Ringraziamo il Governo e quanti hanno sottoscritto e sostenuto l’emendamento proposto dalla nostra Federazione dimostrando concretamente di aver condiviso, nel merito, l’utilità della proposta esclusivamente orientata ad agevolare l’accesso alla casa e al finanziamento quasi sempre correlato al suo acquisto, all’insegna della massima trasparenza e legalità, a beneficio del mercato e a salvaguardia dell’interesse dei cittadini”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui