L’Ance stima per l’anno in corso un calo dell’8% negli investimenti di riqualificazione degli immobili a causa del momentaneo blocco delle cessioni dei crediti, che investe non solo il Superbonus ma anche i bonus ordinari generato dal Dl sostegni ter”.

Lo afferma l’Ance nel suo Osservatorio congiunturale, stimando “gli effetti delle continue modifiche” alle agevolazioni edilizie.

Riqualificazione e bonus edilizi trainano la crescita. Lo afferma l’Ance nel suo Osservatorio congiunturale, spiegando che gli investimenti in riqualificazione del patrimonio abitativo sono cresciuti del 25% nel 2021 grazie ai bonus edilizi e ai meccanismi di cessione del credito e dello sconto in fattura, che porta a 55 miliardi il totale degli investimenti nel comparto.

L’incremento del giro d’affari collegabile agli incentivi fiscali nei primi 11 mesi del 2021 è del 43,4% .

Per quanto riguarda il Superbonus 110%, l’Ance afferma che sono stati 107.588 interventi per un totale di 18,3 miliardi di euro secondo gli ultimi dati del monitoraggio Enea-Mise-Mite al 31 gennaio 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui