Scontro sulla proroga per il Superbonus 2021. Nel disegno di legge di bilancio 2021 è prevista la proroga di tutti i bonus sull’edilizia tranne sul più importante che prevede l’efficientamento energetico e la sicurezza sismica di abitazioni e condomini.

La motivazione ufficiale, che arriva dal Mef, è che il credito di imposta è già attivo fino al 30 giugno 2021 e la proroga sarà finanziata con il Recovery Plan. Lo ha più volte detto il ministro Roberto Gualtieri. Stime del ministero dello Sviluppo economico sostengono che servirebbero 30 miliardi del Recovery per prorogare la misura per un altro triennio, come lo stesso Mise ha indicato nelle sue proposte.

Lo sconcerto nella maggioranza nasce dal fatto che sulla proroga del Superbonus – una delle poche misure espansive – sono d’accordo tutte le forze politiche di governo (e d’opposizione).

Gualtieri ha detto di essere favorevole alla proroga, ma il Mef ha ritenuto che in questo momento di grande incertezza sull’evoluzione della pandemia e dei conseguenti aiuti all’economia, non fosse prudente vincolare risorse nazionali per una proroga che può essere disposta all’arrivo dei fondi Ue o, se questi non fossero disponibili in tempi rapidi, con una norma da varare in largo anticipo rispetto alla scadenza di giugno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui