Un intervento immediato a tutela del lavoro delle agenzie immobiliari: è quanto chiesto dalla Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione Immobiliare, composta da Anama, Fimaa e Fiaip, al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Una nota pubblicata sul sito del Governo prevede che “le visite degli agenti immobiliari con i clienti presso le abitazioni da locare o acquistare potranno avere luogo solo quando queste siano disabitate” rischiando di ridurre in maniera sostanziale l’attività delle agenzie immobiliari.

La Consulta, in rappresentanza dei circa 50mila agenti immobiliari italiani, chiede al Premier Conte “un intervento celere quanto chiaro e deciso nel far correggere la distonia limitandola solo a casi che realmente mettano a rischio contagio le parti.

“La Faq – concludono le Associazioni – arriva dopo un inizio di Fase 2 di intenso lavoro per le agenzie immobiliari. Sono migliaia infatti le persone che si sono rivolte a noi per riprendere le attività di compravendita e di locazione interrotte dal lockdown, a riprova dell’importante ruolo sociale svolto dalle agenzie”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui