Procede spedito il mercato dei canoni d’affitto in Campania. Un dato che allinea la regione al resto d’Italia dove il terzo trimestre dell’anno in corso ha registrato un aumento dei prezzi pari all’1,5%, dato che porta l’incremento totale al 6,5%. L’estate, da poco terminata, ha influito ovviamente sulle nelle zone più orientate agli affitti stagionali.

Un buon momento per gli affitti italiani, un segmento trainante per l’occupazione del settore immobiliare. Meglio nelle località turistiche dove si registrano forti oscillazioni di prezzo influenzate dagli affitti brevi o stagionali.

La Campania ha fatto registrare un aumento del 6,3% mentre in Calabria si è superato l’11. Osservando i grandi mercati, Napoli (6,9%) guida il trend rialzista davanti a Verona (4,8%), Firenze (2,6%) e Bologna (1,9%).

Per contenere i prezzi in uno scenario di domanda crescente, la soluzione potrebbe essere quella di promuovere politiche che favoriscano la comparsa di nuovo prodotto sul mercato e rendano l’affitto più sostenibile per i salari degli italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui